il Parco oltre il muro

“Il quartiere riscopre la valle dei casali”

La Presidente del XII Municipio Cristina Maltese interverrà Sabato prossimo alle ore 11.30 a un incontro pubblico con i cittadini, al quale parteciperanno gli studenti di varie scuole del territorio. L’evento si svolgerà nel terreno prospiciente l’ex Residence Roma, all’inizio della Riserva naturale della Valle dei Casali. I bambini e i cittadini abbatteranno simbolicamente un muro per riconquistare un’ampia area verde di grande valore ambientale e civile. La Presidente nell’occasione illustrerà tutti cambiamenti che interesseranno nel prossimo futuro questa importante porzione del XII Municipio di Roma Capitale. Il XII Municipio attraversa una “fetta” di città che, partendo da Porta Portese arriva a lambire il Comune di Fiumicino e dunque racchiude al suo interno identità e potenzialità diverse.

Via di Bravetta connette le aree più centrali a quelle meno densamente edificate e ha una forte identità ambientale. Il quartiere infatti è ricco di un ampio sistema verde: dal parco storico di Villa Pamphilj, alla Riserva Naturale della “Valle dei Casali”, fino a giungere all’altra grande riserva della “Tenuta dei Massimi”. Questo intervento di rigenerazione urbana migliora in maniera sostanziale la qualità della vita dei cittadini, pianificando una facile fruizione del verde pubblico. Il programma prevede la demolizione degli edifici dell’Ex Residence Roma. In sostituzione è previsto un sistema residenziale ispirato ai principi della bioarchitettura, così da riconnettere il tessuto cittadino con le aree del Parco, dove sorgeranno importanti servizi per i cittadini.

Saranno realizzati infatti, nel rispetto del piano d’assetto del Parco, un polo dedicato ai bambini con un asilo nido e una scuola dell’infanzia, una piazza belvedere, tra il complesso del Buon Pastore e la riserva naturale e rinnovati accessi ciclopedonali verso il parco. Nel progetto è prevista inoltre la sistemazione delle porte di accesso al parco da Via Silvestri e da Largo Daga, per rendere la Riserva completamente accessibile, rafforzando così la vocazione ambientale di questo territorio. La Presidente Cristina Maltese ha dichiarato: “Sono molto contenta di poter spiegare questi importanti cambiamenti in questa porzione strategica del nostro Municipio. E’ una giornata di festa nella quale dimostriamo che Roma non si ferma ma evolve, restituendo all’uso pubblico intere porzioni del proprio patrimonio ambientale e dotandosi di nuovi servizi socio-culturali e scolastici”.

Barbara Mezzaroma, della società Imbra, che curerà l’intervento edilizio nell’area dell’ex Residence Roma, ha dichiarato: “Poter contribuire a un esempio di rigenerazione urbana in virtuosa sinergia con la Pubblica Amministrazione è un orgoglio e un piacere. Credo che questo intervento possa servire da modello per riqualificare tante altre zone della città che avrebbero un forte bisogno di essere riscattate”.